Attacco di ansia o attacco di panico? Come riconoscerli

L’attacco di ansia può verificarsi quando una persona teme che accada qualcosa di brutto. È un termine non medico che si riferisce a una sensazione di paura o preoccupazione che spesso si riferisce a un particolare problema o preoccupazione.

L’ansia è stata collegata allo stress. Oltre a sentimenti di paura e preoccupazione, spesso comporta sintomi fisici, come la tensione muscolare e i giramenti di testa. È diverso da un attacco di panico, che è un sintomo del disturbo di panico. L’ansia spesso si riferisce a un evento o una situazione specifici, anche se non è sempre così.

Un attacco di panico, nel frattempo, può verificarsi senza alcun innesco specificabile e i sintomi sono più gravi dei sintomi dell’ansia. Tuttavia, se i livelli di stress e ansia continuano per lungo tempo, possono svilupparsi ulteriori problemi.

focus sull’ansia

  • Un attacco di ansia di solito comporta la paura di qualche evento o problema specifico che potrebbe accadere.
  • I sintomi includono preoccupazione, irrequietezza e possibilmente sintomi fisici, come cambiamenti nella frequenza cardiaca.
  • L’ansia è diversa da un attacco di panico, ma può manifestarsi come parte di un disturbo d’ansia o di panico.

L’ansia sostanzialmente può essere un sintomo di panico, ma è diverso da un attacco di panico.

Quali sono le differenze?

Ecco alcune delle caratteristiche che li contraddistinguono.

Un attacco di ansia:

  • può avere un innesco specifico, come un esame, problemi sul posto di lavoro, un problema di salute o un problema di relazione
  • non è una condizione diagnosticabile
  • è meno grave di un attacco di panico
  • di solito si sviluppa gradualmente quando una persona si sente ansiosa
  • comporta sintomi fisici, come battito cardiaco accelerato o  “nodo allo stomaco”

Un attacco di panico:

  • non ha un trigger specifico
  • può essere un sintomo di disturbo di panico, una condizione diagnosticabile
  • ha sintomi gravi
  • può accadere se una persona si sente calma o ansiosa
  • comporta sintomi fisici e sentimenti di terrore così intensi che la persona teme una perdita totale di controllo o la morte imminente
  • spesso si verifica all’improvviso e inaspettatamente e dura da pochi minuti a un’ora, anche se l’impatto negativo può continuare

Gli attacchi di panico, tuttavia, sono un sintomo del disturbo di panico. Solo un professionista autorizzato può diagnosticare il disturbo di panico.

Differenza nei sintomi

Sia il panico che l’ansia possono comportare paura, battito cardiaco accelerato, vertigini, dolore toracico, difficoltà respiratorie e pensieri irrazionali. Tuttavia, in un attacco di panico, questi sono molto più gravi. La persona può credere sinceramente che stia per morire.

È più probabile che una persona richieda cure mediche se ha un attacco di panico rispetto a un attacco di ansia.

Differenze nel modo in cui iniziano

L’ansia può essere una risposta a una specifica preoccupazione o paura. Tende a svilupparsi gradualmente: può essere lieve, moderata o grave. Potrebbe esserci la sensazione che se solo questo problema può essere risolto, tutto andrà bene.

Un attacco di panico può verificarsi senza preavviso e non c’è modo di prevenirlo. Può succedere se una persona si sente calma o ansiosa e anche durante il sonno. Spesso non c’è una causa evidente e il livello di paura è sproporzionato rispetto all’innesco. 

Differenze di durata tra attacco di ansia e attacco di panico

L’ansia è spesso correlata a una situazione specifica. Tende ad accumularsi e continuare per qualche tempo.

Un attacco di panico inizia improvvisamente, i sintomi raggiungono il picco dopo 10 minuti e di solito regrediscono dopo 30 minuti circa, anche se gli effetti possono durare più a lungo. L’ansia generalmente non raggiunge il picco in questo modo, ma alcune persone con ansia possono evolvere in attacchi di panico.

L’ansia può portare al panico?

Una persona che ha un disturbo di panico può provare ansia di avere un attacco di panico. L’incertezza su se o quando si verificherà un attacco, può portare ad ansia tra gli attacchi.

Per una persona con disturbo di panico, l’ansia può scatenare un attacco di panico. La paura di avere un attacco di panico può influenzare il comportamento della persona e la capacità di funzionare nella vita quotidiana..

Sintomi di attacco di ansia

 I sintomi dell’ansia includono :

  • preoccupazione e apprensione
  • irrequietezza
  • problemi di sonno
  • difficoltà di concentrazione
  • irritabilità
  • tristezza
  • sensazione di pressione e fretta

I sintomi fisici includono:

  • cambiamenti nella frequenza cardiaca
  • tensione alla testa o al collo
  • mal di testa
  • nausea o diarrea
  • sudorazione
  • bocca asciutta
  • senso di oppressione alla gola e difficoltà di respirazione
  • tremante o tremante
  • sentirsi svenire

Non tutti i casi di ansia includeranno tutti questi sintomi. L’ansia può essere lieve, moderata o grave, a seconda del fattore scatenante e di come la persona reagisce ad essa.

Di fronte a un esame, ad esempio, alcune persone potrebbero provare una lieve apprensione, mentre altre potrebbero manifestare tutti i sintomi di cui sopra. Di solito, quando il pericolo percepito passa, i sintomi scompaiono.

cause di un attacco di ansia

L’ansia spesso deriva dallo stress o dal sentirsi sopraffatti.

Le cause comuni di ansia includono :

  • pressione di lavoro
  • pressione finanziaria
  • problemi familiari o relazionali
  • divorzio, separazione o lutto
  • preoccupazioni sulla genitorialità o sull’essere un caregiver
  • problemi nell’affrontare questioni amministrative o tecnologiche
  • cambiare le situazioni della vita, come cambiare casa o cambiare lavoro
  • ridotta mobilità o funzione fisica
  • perdita della funzione mentale, ad esempio, memoria a breve termine
  • avere una diagnosi di una condizione di salute cronica, come la sclerosi multipla (SM), il diabete e altri

Può anche essere collegato a un altro fattore o condizione di salute, come ad esempio:

  • sociale o un’altra fobia
  • disturbo ossessivo-compulsivo (DOC)
  • disturbo post-traumatico da stress (PTSD)
  • fattori genetici
  • stress maggiore o suscettibilità allo stress
  • cambiamenti nel cervello
  • una storia di abuso di droghe o alcol
  • uso eccessivo di caffeina
  • l’uso di alcuni farmaci
  • un’esperienza traumatica recente o passata

La risposta che porta allo stress e all’ansia è progettata per aiutarci a far fronte a situazioni difficili che si presentano temporaneamente. L’adrenalina è l’ormone coinvolto nella risposta di lotta o fuga. Un rilascio improvviso di questo ormone prepara il corpo a fuggire dal pericolo o ad affrontare il pericolo fisicamente.

In condizioni normali, i livelli di adrenalina tornano rapidamente alla normalità una volta rimossa la paura.