Libera il tuo disordine emotivo, la narrativa della tua vita

È il momento di liberare il tuo disordine emotivo. Hai lottato per la maggior parte della vita con questo pensiero ricorrente: “Nessuno vede o apprezza davvero le cose che faccio”? Ora abbandona la frustrazione, le lacrime e la tristezza e sentiti libera.

Quando la narrativa interna della tua vita inizia ad apparirti come un disordine emotivo, è il momento in cui devi prendene atto. Il pensiero diventa pesante, un macigno. E non è così che puoi nè devi vivere per stare bene.

Il disordine emotivo sono i pensieri persistenti e negativi che abbiamo su noi stessi, le nostre vite e gli altri. Come il disordine fisico, il disordine emotivo ci appesantisce. Ma dove eliminare il disordine fisico può darti un senso di leggerezza e libertà, eliminare il tuo disordine emotivo ti darà quella sensazione cento volte. 

Immagina se potessi lasciar andare o riscrivere gli script negativi più comuni nella tua testa. Immagina come cambierebbe il modo in cui ti senti ogni giorno. Sai dove sta il problema? Il problema è che alla tua testa piacciono molto i pensieri negativi.

È così abituato a pensarli che a questo punto potrebbero persino sembrare creati ad hoc e risultare quasi veri, invece di quello che sono: solo pensieri. E su questo ti devi focalizzare: sappi che con la consapevolezza e la ripetizione, abbiamo il potere di cambiare quei percorsi negativi. 

come fare per lasciar andare il disordine emotivo?

Identifica i tuoi pensieri negativi più frequenti

Una delle cose migliori che puoi fare per vedere questi pensieri è mettere in pausa ogni volta che stai vivendo un’emozione negativa. Se ti senti triste, stressata, sopraffatta, ferita, risentita, delusa… fermati lì e vedi se riesci a ricondurre ciò che provi a un pensiero . 

Tutto ciò che senti inizia con un pensiero. Non la tua circostanza in questo momento o qualcosa che qualcuno ti ha fatto; tutto inizia con un pensiero su quella circostanza. Quindi il primo passo è semplicemente iniziare una lista dei tuoi pensieri negativi, il tuo disordine emotivo, in un diario o nelle note sul tuo telefono. 

Da quell’elenco, evidenzia un pensiero che ti fa regolarmente provare emozioni negative, trova il punto del disordine emotivo

Per quanto vorrei che potessimo affrontarli tutti in una volta, ti consiglio di concentrarti su uno alla volta per fare davvero progressi, eliminando il tuo disordine emotivo.

Esercitati a notare il pensiero ogni volta che ti passa per la mente

Suggerimento: potresti non accorgerti di pensare consapevolmente al pensiero che hai identificato. Ricorda: il tuo cervello ha seguito questo percorso così tante volte che potrebbe essere automatico. Quindi una cosa che aiuta è cercare la sensazione che segue sempre il pensiero. Notare i sentimenti negativi è l’inizio. Da lì, è possibile ricreare la lista e vedere se uno di quei pensieri è alla radice di quello che provi. 

Lascia perdere del tutto il pensiero o spostalo su un’alternativa più positiva

Non devi credere a tutto ciò che pensi. Puoi decidere se i tuoi pensieri ti stanno servendo e, se non lo sono, puoi lasciarli andare. Ci sono pensieri che non ti servono. Ci sono pensieri che riuniscono un insieme di cose che invece vanno fatte poco per volta. Ecco, questi pensieri vanno scostati. Ma partendo dai piccoli cambiamenti: se cercherai di spostare un pensiero fondamentale, il tuo cervello non lo accetterà.

Mantieni il nuovo pensiero il più semplice possibile. Resta low profile, cambialo in basso. La tua mente deve avere la possibilità di aggrapparsi al cambiamento senza fare fatica nè opposizione.

Ripeti, ripeti, ripeti!

Per sostituire il percorso negativo precedentemente scolpito nel tuo cervello, dovrai crearne uno nuovo. E il modo per farlo è far passare il nuovo pensiero nel tuo cervello più e più volte.

Ripeti consapevolmente il nuovo ciclo di pensieri nella tua mente ogni volta che viene fuori quello vecchio. Scrivilo nel tuo diario ogni giorno. Dillo ad alta voce mentre guidi un percorso familiare, mentre fai una passeggiata nella natura o mentre ti guardi allo specchio. 

Ripetilo così tanto che il tuo cervello inizi lentamente a metabolizzarlo e ricordarlo, in automatico, buttando via quello vecchio.

Devi partire credendo in te stessa, rielaborando la tua visione negativa dei sentimenti e della vita. Il tuo disordine emotivo è bello, importante, è tuo amico in qualche modo. Perchè ti permette di cambiare idea e pensiero, ti permette di scoprire quel lato umano e importante che non riesci a vedere. Confrontati con lui, affrontalo. Trova il positivo che c’è in te, perchè c’è fidati. Devi solo aiutarlo a uscire.