Vestiti invernali

I vestiti invernali hanno bisogno di un’attenzione in più: per mantenere il loro calore e la loro morbidezza, bisogna avere una cura particolare

D’estate spesso basta un pizzico di sapone e il gioco è fatto. Quante volte in vacanza laviamo e asciughiamo i nostri abiti senza avere particolare cura di loro? Diverso il discorso per i capi invernali: la lana rischia di infeltrire, i colori rischiano di scolorire o di macchiare gli altri, i tessuti si deteriorano se non si sta attenti. Ecco alcuni consigli per non cadere in questi errori.

Photo by Barbara Kosulin on Unsplash

Appendi i vestiti invernali

“Appendi i vestiti!” è la frase che abbiamo sentito ripetutamente dalle nostre madri. E per una buona ragione. Non solo gli abiti appesi impediscono loro di raggrinzirsi, ma aiutano anche a mantenerli in condizioni migliori a lungo termine.

Di conseguenza, ha senso investire in grucce robuste, che aiuteranno a mantenere la forma degli oggetti. Ciò è particolarmente importante quando si appendono i cappotti in cui un ometto appropriato può impedire che il cappotto si deformi nella zona delle spalle.

Quando si tratta di cappotti e giacche, assicurati di svuotare le tasche prima di appenderli, poiché anche gli oggetti grandi o pesanti che vi stanno dentro contribuiscono al deterioramento della struttura. Quando appendi gli articoli di lana, assicurati di lasciare un po ‘di spazio tra loro in modo che possano respirare ed evitare che la lana perda la sua morbidezza.

Photo by Zoë on Unsplash

Usa sacchetti per la biancheria

Le maglie pesanti sono un must per i mesi invernali. Per mantenerli nella loro forma migliore si consiglia di lavarli in sacchi da bucato in modo che non si impiglino con altri oggetti più affilati che potrebbero causare intoppi. I sacchetti per il bucato sono anche un ottimo strumento per tenere insieme un paio di guanti ed evitare che le sciarpe si aggroviglino (o separare i calzini).

Photo by engin akyurt on Unsplash

I vestiti invernali vanno lavati con programmi appositi

Quando si tratta di abbigliamento in generale, è importante controllare le istruzioni di lavaggio e maneggiarle di conseguenza. Soprattutto abiti invernali che spesso includono tessuti come lana o cashmere. Molte lavatrici e asciugatrici hanno numerosi programmi speciali per questi materiali delicati.

I materiali come il cashmere possono allungarsi, quindi è meglio tirarli fuori appena finito il lavaggio. Dato che in inverno si suda meno, puoi indossare maglioni o jeans più volte, soprattutto se indossi una maglia sotto. Dovresti lasciarli riposare almeno 24 ore prima di indossarli nuovamente: questo “riposo” consente alla sua elasticità di riprendersi. E se vuoi rinfrescare rapidamente i tuoi vestiti prima di indossarli di nuovo, mettili semplicemente in un’asciugatrice per 5 minuti.

Photo by freestocks on Unsplash

L’abbigliamento da sci richiede cure speciali

L’abbigliamento da sci ha proprietà speciali e deve quindi essere maneggiato in modo appropriato. Sebbene sia importante controllare sempre le istruzioni per assicurarti la migliore cura, ci sono alcune cose generali da evitare. Ad esempio, posizionare gli oggetti direttamente su una fonte di calore può influire sulle proprietà impermeabili dell’abbigliamento da sci. D’altra parte, mettere gli oggetti in un’asciugatrice a una temperatura moderata può effettivamente aiutarlo a riattivare la sua idrorepellenza.

Riporli correttamente a fine stagione

Prenditi il ​​tempo necessario per conservare i tuoi vestiti invernali a fine stagione. Assicurati che tutti i vestiti siano lavati e piegati correttamente, quindi riponili all’interno di sacchetti o scatole di plastica sigillati, che li proteggeranno dall’acqua, dalla polvere e dai cambiamenti di calore. Aggiungi un sacchetto di lavanda ad ogni contenitore, per proteggere i vestiti dalle tarme e per mantenerne la freschezza.